Home Il sano cammino I Santi Testimonianze – Padre Pio sapeva quando una persona sarebbe morta!

Testimonianze – Padre Pio sapeva quando una persona sarebbe morta!

Fra una settimana lascerai questo mondo

Dopo la Messa e il ringraziamento Padre Pio chiamò da parte un uomo e gli disse: “Amico mio, fra una settimana lascerai questo mondo. Non temere! Preparati con umiltà. Ti starò continuamente vicino, e io stesso ti accompagnerò in cielo.” L’uomo morì dopo una settimana esatta, e intorno a lui c’era gioia “perché certamente si sarà avverato che è andato in Paradiso.” (Galeone, 80)

Momento buono

Nicolino Pompilio aveva due sorelle, Maria e Antonietta. Quando Nicolino si  ammalò  gravemente, a 40 anni, nel 1920, Padre Pio disse alle sorelle: “Io prego tanto per Nicolino, non mi muovo un istante dal suo capezzale, ma egli deve morire, perché ora è il momento buono per lui. Se avesse altri dieci anni di vita non sarebbe più così.” Nicolino morì “santamente” dopo pochi giorni. (Covino, 31-2)

Ci vuole un altro po’ di tempo

La sera del 19 marzo 1947, Padre Pio andò a visitare il suo caro amico don Peppino Massa che era ammalato, nel giorno del suo onomastico. Dopo averlo confessato gli rivolse parole di conforto e poi disse: “Non ancora è arrivata l’ora dell’incontro con Cristo: ci vuole un altro po’ di tempo.” Don Peppino Massa morì nel luglio del 1947. (D’Apolito, Padre, 56-7)

Chi muore prima

Padre Romolo disse a Padre Pio: “Noi due siamo quasi coetanei. Vorrei sapere chi deve morire prima. Padre Pio: “Vivremo a lungo tutti e due, però io morirò prima. E’ stabilito che tu morirai molto vecchio.” Padre Pio morì nel 1968, a 81 anni, Padre Romolo morì a novantacinque anni, nel 1981. (D’Apolito, Padre, 63) (Covino, 69-70)

Padre Luca da Vico

Padre Luca da Vico del Gargano era superiore del nuovo convento di Pietrelcina dove aveva lavorato intensamente per la nuova chiesa, e temeva di essere trasferito. Egli visito’ Padre Pio che gli disse: “Tu resterai per sempre a Pietrelcina, Anche dopo la morte.” Padre Luca morì in Pietrelcina il 2 novembre 1949, ed è sepolto nel cimitero di Pietrelcina. (D’Apolito, Padre, 115-6)

Re Giorgio VI d’Inghilterra

Secondo Kenneth Rose, nella sua biografia del Re Giorgio V d’Inghilterra, quando egli sali’ al trono nel 1910 egli rifiuto’ di dichiarare secondo la tradizione che il sacrificio della Messa e pregare la Vergine Maria sono “superstizione e idolatria.” La sera del 20 gennaio 1936 nella stanza di Padre Pio c’erano il dottor Sanguinetti e Padre Aurelio da Sant’Elia a Pianisi che riporta il fatto. Mentre i tre parlavano, a un certo punto Padre Pio interruppe la conversazione, si inginocchiò e disse: “Preghiamo per il Re d’Inghilterra che presto si presentera’ di fronte al tribunale di Dio”. Tutti e tre si misero a pregare in silenzio. La spiegazione la ebbero il mattino seguente quando dalla radio e dai giornali seppero che era morto Giorgio V, re d’Inghilterra.” (Parente, Padre 267-8) (Gallagher, Padre Pio, 138-9) (Carty, Padre Pio, 7-8) (Ruffin, Padre Pio, 241) (Gaudiose, Prophet, 118)

 

Re Giorgio V d’Inghilterra

 

Camperà!

Rosaria Balacco attestò: “Avevo 25 anni e mamma ne aveva 65. Un giorno dissi al Padre che ero preoccupata di rimanere sola, se mamma moriva. Padre Pio: “Hai voglia quanto camperà. Puo’ darsi che muori prima tu.” La mamma è morta a 96 anni, oltre trent’anni dopo il colloquio avuto con Padre Pio. (Iasenzaniro, Testimonianze, parte seconda, 305)

Hai voglia a campare!

Padre Elia De Martino da Serracapriola, quando era ancora studente, nel 1940, disse a Padre Pio: “Io sono tubercolotico. Tutti mi dicono che sono spacciato, che devo morire.” “Padre Pio guardandomi con un sorrisetto arguto e rassicurante disse: “Ah, tu devi morire? Hai voglia a campare, figlio mio.” Padre Elia visse fino al 10 febbraio 2003. Aveva 87 anni. (Iasenzaniro, Testimonianze, parte seconda, 306-7)

Non morirai

Padre Gian Battista Lo Monaco scrisse una specie di diario da cui si rileva che era un poco pauroso. Il 26 aprile 1939 disse a Padre Pio che lui si spaventava dei tuoni e lampi. Padre Pio: “Non ti spaventare dei fulmini, perché non morirai fulminato.” Il 7 marzo 1940 disse a Padre Pio che c’era un terremoto a Palermo. Padre Pio: “Stai tranquillo. Non morirai sotto le macerie.” Il 4 marzo 1940 doveva partire per l’America. Chiese a Padre Pio di Pregare per lui: “Non vorrei finire come Giona nel ventre di una balena”. Padre Pio: “Non temere. Non morirai annegato!” Padre Gian Battista celebro’ la prima messa a San Giovanni Rotondo nel 1937 e Padre Pio gli disse: “Prenotati pure per il venticinquesimo e io ascolterò la tua messa. Così avvenne. Poi Padre Pio gli disse: “Allora prenotati pure per il cinquantesimo: io non ci sarò, ma tu sì.” Tutto avvenne come Padre Pio aveva predetto. (Iasenzaniro, Testimonianze, parte seconda, 309-11)

Il grande passo

Un Padre Domenicano disse a Graziano Borelli di chiedere a Padre Pio come si doveva impostare la direzione spirituale di una certa anima. Padre Pio disse a Graziano: “Digli di preparare quell’anima all’incontro con Dio. La preparasse al grande passo: la morte.” Il Padre Domenico, quando ebbe la risposta, fece in sorrisetto di scetticismo. Dopo quindici giorni il domenicano telefono’ a Borelli” dicendogli che quella signora era morta. (Iasenzaniro, Testimonianze, parte seconda, 312-3)

Quanto lavorerai!

Bernardino Cardinale era stato operato a Roma: gli avevano asportato un polmone per intero e metà dell’altro. I medici consigliarono ai familiari di riportarlo a Bari per farlo morire nella sua casa. La moglie andò con Bernardino da Padre Pio a San Giovanni Rotondo. Bernardino disse a Padre Pio: “Padre vivrò, lavorerò? Non posso morire: ho un figlio di sei anni!” Padre Pio, battendogli più volte la mano sul petto rispose: “Vivrai, lavorerai, e quanto lavorerai!” E’ ciò che avvenne.

(Iasenzaniro, Testimonianze, parte seconda, 317-8)